Il dispositivo pedagogico maieutico

Per favorire in ogni allievo le potenzialità di sviluppo individuali si utilizza un modello pedagogico maieutico che si fonda sulla centralità del gruppo e sulla dimensione sociale nei processi di apprendimento. È un modello che favorisce l’esperienza, che si fonda su domande, che stimola gli allievi a fare da soli, a non sottrarsi all’impegno. Lo sforzo creativo, l’interesse e la curiosità sono costantemente sollecitati perché si attivi e resti viva la motivazione ad apprendere.
È un modello che considera l’errore un’occasione per imparare, un’informazione utile per migliorare nella logica dell’autocorrezione, del permettere di mettersi alla prova.
È un modello fondato sulla fiducia e su una forte connessione tra i processi di apprendimento e le effettive risorse di ogni singolo allievo. La sostenibilità personale, intesa come valore positivo, diventa così ”unità di misura” delle difficoltà proposte e parametro per favorire lo sviluppo delle potenzialità individuali.

IL GRUPPO
L’asse portante è il gruppo classe composto dagli allievi iscritti per i quali si considera fondamentale la dimensione sociale nei processi di apprendimento, in questo contesto il singolo riceve/offre stimoli di apprendimento creando così una “reciprocità sociale” e portando l’apprendimento del singolo dentro una dimensione sociale. Grazie a questo approccio il gruppo diventa risorsa e spinta all’apprendimento per il singolo.

I DOCENTI
Gestiscono in coppia il gruppo-classe, integrando in questo modo il livello laboratoriale della materia tecnico-professionale a quello teorico della disciplina scolastica di base.
All’interno della coppia di co-conduzione entrambi i docenti integrano le rispettive competenze

LA VALUTAZIONE
La valutazione è considerata una componente necessaria ed è utilizzata non solo nel suo significato di monitoraggio dei livelli di conoscenza e di abilità ma soprattutto nella sua valenza formativa di orientamento e di motivazione alla crescita e all’apprendimento di ogni allievo.
La valutazione viene utilizzata e interpretata con modalità evolutive, tiene quindi conto del percorso di maturazione che giorno dopo giorno ogni allievo sta compiendo avendo come riferimento le sue competenze in ingresso.
Una valutazione in progress coerente con il principio della sostenibilità personale e non pensata in relazione a requisiti stabiliti a priori e uguali per tutti come prevede invece una valutazione di tipo comparativo.
La valutazione degli allievi viene focalizzata sulle competenze per favorire l’assunzione di una prospettiva fondata su dati osservabili e quindi condivisibili, per definire modalità connesse a tre dimensioni: conoscenze, abilità, competenze, finalizzando le prime due al riconoscimento della terza. In quest’ ottica sono generalmente valorizzate modalità di valutazione in situazione (reale e/o simulata) focalizzate sulle abilità agite e sui compiti.

La qualità secondo il CFPP

Il successo formativo, orientativo e dell’inserimento lavorativo della persona sono il risultato di un lavoro collettivo, di un impegno di tutte le componenti dell’organizzazione a trasmettere nella quotidianità i valori e gli orientamenti di riferimento.

Per questo il CFPP ha investito molto al proprio interno nell’approfondimento e nella condivisione dello stile educativo, della metodologia formativa e didattica e, più in generale, nella costruzione di prassi di lavoro che rendano il più possibile chiaro, credibile ed efficace lo sforzo di accompagnare le persone nel proprio percorso di autonomia ed emancipazione grazie alla formazione e al lavoro.

 

Certificazione

Il Centro, come prevede la normativa, è in possesso dal 2001 della certificazione UNI EN ISO 9001:2008 per il proprio Sistema per la Gestione della Qualità e nel 2002 (decreto n.15229 dell’8/08/2002) ha conseguito l’accreditamento da parte della Regione Lombardia.

La certificazione e l’accreditamento hanno rappresentato per il Centro l’opportunità di dare evidenza alla qualità dei propri servizi e ricercarne il continuo miglioramento dei processi di lavoro.

La certificazione ha aiutato a sviluppare una sempre più tempestiva capacità di risposta alle esigenze dei partecipanti alle attività formative, di orientamento, di accompagnamento al lavoro, e, più in generale, degli interlocutori territoriali.

 

Certificazione