Progetti integrati con le scuole secondarie di primo grado

Le normative sul diritto/dovere di istruzione e formazione hanno reso ancora più impegnativo il compito orientativo, educativo e formativo delle famiglie e delle istituzioni scolastiche nei confronti di quegli adolescenti che, per diverse ragioni, manifestano difficoltà a restare nel sistema scolastico/formativo.

Il Centro, a fronte di una crescente domanda di interventi di supporto da parte della Scuola, ha dato avvio ai Progetti Integrati con le Scuole secondarie di primo grado della Provincia, finalizzati a favorire il successo formativo e a definire il progetto di orientamento.
L’intervento è co-progettato e condiviso in tutte le sue fasi di realizzazione con la scuola.

Destinatari

I progetti si rivolgono:

  • a preadolescenti frequentanti le classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado e che nel contesto scolastico manifestano difficoltà di apprendimento e di socializzazione, che sono demotivati verso lo studio e quindi a rischio di abbandono scolastico;
  • agli alunni con disabilità frequentanti l’ultimo anno della Scuola secondaria di primo grado, per i quali la Scuola e i Servizi, in accordo con la famiglia, ritengono necessario proporre una fase orientativa che consenta di progettare una scelta scolastica/formativa adeguata ai bisogni e alle caratteristiche personali.

Tempi/durata

I Progetti Integrati si svolgono normalmente nell’arco di un anno scolastico (da ottobre a maggio), ma possono essere protratti di un anno nel caso siano avviati nella classe seconda.
Normalmente gli adolescenti frequentano il Centro una/due volte alla settimana, solo in casi eccezionali anche più volte, e partecipano alle attività co-progettate con la scuola in base agli obiettivi specifici.

Attività

I progetti sono centrati sullo sviluppo degli apprendimenti e hanno una forte caratterizzazione pedagogica.
Grande importanza hanno nei percorsi le attività operative dei laboratori pre-professionali, all’interno dei quali viene proposta la dimensione tecnica e teorica.

Le attività sono svolte in gruppo e sono condotte da operatori con competenze artigianali e orientative che accompagnano il processo di scoperta, acquisizione, consolidamento di competenze in un contesto relazionale privilegiato.
Ciò consente agli adolescenti di sperimentare nel concreto che è possibile costruire un’immagine positiva di sé e pensare la possibilità di continuare a investire nella formazione delle proprie capacità.

Inoltre, cura particolare è dedicata alle attività orientative fondamentali per la messa a punto del progetto individuale: colloqui individuali e attività di gruppo, visite a scuole e aziende.

Modalità di accesso

Le richieste di attivazione dei Progetti Integrati provengono normalmente dalle scuole, dai servizi territoriali e/o specialistici.

A seguito della segnalazione, vengono organizzati più momenti di incontro con tutti i soggetti coinvolti durante i quali si presenta la situazione, si definiscono in modo condiviso gli obiettivi del progetto e si precisano le modalità di attuazione, che sono diverse caso per caso.

Orientamento: