Soggetti Coinvolti


Consorzio Consolida.                                                                 
Ente titolare della gestione del Centro di Formazione Professionale Polivalente (CFPP)

 Il Consorzio CONSOLIDA è stato costituito a Lecco nel novembre 1993 e attualmente vi aderiscono 26 cooperative sociali. In questi anni il Consorzio ha sviluppato rapporti di collaborazione con diversi soggetti: a titolo esemplificativo ASL Lecco; Azienda Ospedaliera di Lecco, Provincia di Lecco; Comune di Lecco, Azienda Speciale Retesalute e numerosi altri comuni della provincia; Prefettura, Organizzazioni sindacali; Centro Servizi al volontaria SOLEVOL, Associazione “Sviluppo non profit”, (attiva nella promozione delle realtà non profit a livello provinciale); Coordinamento Handicap che raggruppa oltre 20 associazioni del territorio provinciale; Coordinamento  lecchese privato sociale per le dipendenze (Coo.dip); CARITAS diocesana; numerose scuole dell’obbligo del territorio provinciale.

Dal settembre 2009 Consolida ha assunto, in collaborazione con Il Talento cooperativa sociale ONLUS, la gestione del Centro di Formazione Professionale Polivalente del Comune di Lecco, che ha attualmente attivi 3 percorsi validi per l’assolvimento del Diritto Dovere di Istruzione e Formazione (DDIF): corso per operatore agricolo, corso per operatore grafico, corso per addetto alle lavorazioni artistiche (P.I.P). Al termine dei percorsi formativi è possibile attivare percorsi di accompagnamento al lavoro, percorsi di inserimento in un servizio socio-occupazionale o socio-educativo/assistenziale.


Associazione Società Italiana Arboricoltori. Organizzazione privata senza scopo di lucro con esperienza nel settore della sostenibilità ambientale.

 Con oltre 22.000 soci nel mondo, l’International Society of Arboriculture (ISA) è la più grande associazione professionale tra quanti si dedicano alla cultura ed alla conservazione degli alberi. La Sezione Italiana dell’ISA è stata costituita nel 1994, nel 2002 diventa Società Italiana di Arboricoltura e, pur rimanendo Chapter dell’ISA, dà anche la possibilità di poter essere membri della sola Società Italiana di Arboricoltura senza esserlo anche dell’ISA.
L’attività della sezione si svolge in parte a tavolino, per la redazione di documenti di armonizzazione delle tecniche e delle procedure per il lavoro in pianta, ed in parte sul campo, attraverso la organizzazione dei campionati italiani di tree-climbing, che si tengono ogni anno.

Forest in the World

Il progetto “Educare alla gestione sostenibile e responsabile delle foreste nel mondo” mira alla promozoine, all’educazione e alla gestione sostenibile e responsabile delle foreste mondiali, per sensibilizzare e favorire una gestione globale e sostenibile delle foreste e promuove un consumo responsabile dei prodotti derivati ​​da foreste.

Nato dalla collaborazione aperta attraverso il percorso Scuola 21 con l’associazoine Arbio, rappresenta uno sbocco naturale in questo processo di sensibilizzazione ambientale avviato con il Progetto Scuola 21.

Manifesta 2014

Manifesta rappresente un evento annuale di attenzione alla più ampia sensibilità sociale, perseguibile se in armonia e in rapporto con quella economica ed ambientale. Questo anno il Centro di Formazione Profssionale, su proposta ed invito dell’associazione Arbio, a seguito della collaborazione nata con Scuola 21, parteciperà all’evento dal 16 al 18 Maggio a Lecco (zona Bione) anche per illustrare il percorso che i ragazzi hanno intrapreso e sviluppato in relazione al tema dell’impronta ecologica.

Imsa

Imsa è una società attiva sul territorio da oltre 30 anni nel settore delle automazioni. Il Centro di Formazione Professionale Polivalente ha avuto modo di attivare una collaborazione con la società all’interno del progetto AqvaGold, che ha permesso di installare sul territorio provinciale distributori di acqua alla spina. Tra i molteplici motivi che hanno portato a questa linea di indirizzo delle diverse amministrazioni locali, quella che ci ha spinto a collaborare è sicuramente l’aspetto relativo all’impatto ambientale là dove “l’utilizzo della minerale, ha nel tempo mostrato, al di là del costo, il lato peggiore, ovvero quello relativo all’impatto ambientale. Il 65% dell’acqua venduta è in contenitori di plastica ed ogni anno finiscono tra i rifiuti 320-350 mila tonnellate di contenitori in PET. Il consorzio che si occupa del recupero degli imballaggi in plastica ne ricicla 124 mila, il 34%. L’impatto ambientale dell’acqua in bottiglia è ancora più alto se si considera che l’82% della stessa si sposta in tutta Italia lungo l’asse autostradale”.
In questa direzione abbiamo pensato di proporre la realizzazione di tesserine presonalizzate da inserire nel Kit del progetto Scuola 21, assieme ad una documentazione che evidenzi come questo modalità di approvigionamento impatti in maniera sicuramente più sostenibile la gestione dell’ambiente.