Avvio delle Attività

La fase di ricerca

Il percorso didattico ha preso inizialmente piede con un’analisi generale sul concetto di inquinamento, di riciclo e di stili di vita differenti.

I ragazzi hanno svolto un’iniziale attività di BRAIN STORMING verbale e legata alle immagini che potesse favorire un iniziale approccio all’argomento. La riflessione e la discussione che si è creata tra i ragazzi è stata supportata anche con la ricerca in rete di alcune informazioni e documenti utili a focalizzare i concetti legati all’impatto ambientale.

* Il Global Footprint Network: www.footprintnetwork.org
* Wikipedia: it.wikipedia.org/wiki/Impronta_ecologica
* Il Living Planet Report 2012 sia in inglese che nella versione in italiano
* La compilazione di un test per la rilevazione della propria impronta utilizzando una versione della National Geograhic

DSC_0330

Le notizie recuperate sono state poi condivise in classe in lavori di sottogruppo.
In questa fase iniziale la discussione è stata supportata anche dalla visione di alcuni filmati che affrontano il problema della sostenibilità, liberamente tratti da youtube:


 

Il Logo

Con l’intenzione di comprendere di cosa si stesse parlando e quali fossero i contenuti, abbiamo successivamente proposto ai ragazzi di prendere familiarità, invitandoli a compilare un test sulla rilevazione dell’impronta ecologica

E’ stata svolta una prima attività di ricerca iconografica legata al laboratorio di GRAFICA che avesse lo scopo di iniziare uno studio preliminare sull’individuazione del LOGO indenificativo del percorso che i ragazzi stanno svolgendo legato all’impronta ecologica; è iniziato così uno studio progettuale nel laboratorio di grafica dove i ragazzi si sono sperimenti nella realizzazione di un’immagine che concretizzasse il proprio pensiero legato all’argomento.

Di seguito alcuni dei prodotti realizzati dai ragazzi.

LOGO SCUOLA 21

ECOPLANET 2

ECOPIANETA MANO MONDO

SUPER TASTY

BIG TASTY

L’intera scuola è stata coinvolta con una votazione che ha sancito il logo vincitore, da utilizzare per la realizzazione del kit per la rilevazione dell’impronta ecologica.

I ragazzi di tutti i corsi, di I, II e III, gli insegnanti e la direzione …

DSC_0316

DSC_0292

… per raggiungere il verdetto finale … con la proclamazione del prescelto …

DSC_0324

logo ecoplanet

La realizzazione del Kit

La fase successiva del lavoro è stata quella di definire un “kit” utile ed utilizzabile realizzato da ragazzi adolescenti e a loro rivolto, con la possibilità di potersi mettere in gioco testando la propria impronta ecologica. Il percorso realizzativo è stato così intrapreso pensando ai fruitori finali ovvero i coetanei frequentanti alcune scuole professionali del territorio ed i futuri frequentatori del percorso botanico che sta nascendo presso la sede del Corso Agricolo del Centro di Formazione Professionale Polivalente.

piatta 5

compost 3

Il Kit pensato dai ragazzi di II anno con il supporto dei docenti ha portato a realizzare alcuni prodotti pensati in riferimento alle tematiche ambienti affrontate ed in particolare del basso impatto nel processo di produzione e riciclo, con l’attenzione a che potessero essere utilizzati anche in futuro.

Con questa attenzione è stato prodotto un kit così composto:

– una Shopper di tela con impresso il logo del progetto (fronte e retro)

– una segnalibro con riportato decalogo delle principali attenzioni da avere circa l’impatto ambientale

– un pantone con una sintesi del progetto realizzato dai ragazzi del Centro di Formazione Professionalente, contenete un test rimovibile e conservabile in grado di restituire la propria impronta (fronte e retro)

– una bottiglietta in alluminio da 75 ml

– una tesserina dell’acqua contenente 10 litri di acqua gratis.

La scelta di inserire una tesserina per il prelievo di acqua naturale e/o gasata da alcuni distributori posizionati sul territorio della provincia di Lecco, ha permesso di creare una collaborazione con la società (Imsa) che installa e realizza il progetto Aqvagold per la provincia di Lecco.

Questo ha permesso di rendere maggiormente visibile e tangible il concetto di impatto ambientale, in relazione all’approvigionamento idrico fatto attraverso i distributori, che ha comportato un minor consumo di materie come la plastica, un abbassamento del livello di produzione di sostanze tossiche nell’aria come l’anidride carbonica prodotta dai camion ed una riduzione del trasporto su gomma, con una riduzione nel consumo di combustibili fossili come il petrolio. Il documento qui presente riporta i dati relativi al vantaggio che il posizionamento dei distributori ha prodotto.

Il Test

All’interno del pantone è stato poi inserito il test che i ragazzi hanno realizzato e che verrà consegnato, assieme al Kit, ad alcuni coetanei di altri centri di formazione professionale, i cui risultati verranno successivamente analizzati da un punto di vista statistico. Per consentire a ciascuno di osservare i risultati ottentuti e valutare immediatamente il proprio impatto ambientale abbiamo predisposto una griglia suddivisa per livelli.

Il test rappresenta la sintesi finale del percorso intrapreso dai ragazzi del corso grafico fino a questo momento. E’ stato ottenuto dopo aver analizzato e cercato di comprendere come le abitudini, i cosutmi e gli stili di vita di ciascuno possono nel loro quotidiano avere ripercussioni sul consumo delle risorse presenti sul nostro pianeta e come alcuni attenzioni possano produrre cambiamenti a volte significativi.